Buongiorno a tutti.

Mi sono laureato all’Università Politecnica delle Marche, nel marzo 1998, precisamente con una laurea in Ingegneria Elettronica, con indirizzo in microelettronica, sviluppando una tesi in Compatibilità Elettromagnetica. Si trattava di creare delle librerie per un programma di simulazione, un lavoro fra la microelettronica, la compatibilità elettromagnetica e l’informatica.

Dopo aver acquisito l’abilitazione della professione di ingegnere, avevo già iniziato a lavorare come direttore di produzione in una piccola azienda delle Marche.

Per quanto riguarda il mio vissuto in ambito SAP, partirei dalle esperienze lavorative precedenti, perché queste, sono state molto stimolanti per il proseguimento della mia carriera.

Come detto, il primo anno post laurea sono stato responsabile dell’area tecnica (formalmente Responsabile di Produzione e Manutenzione Impianti) in una piccola azienda delle Marche, esperienza breve ma molto formativa, grazie alla quale ho imparato a coordinare un team e a rispettare il lavoro degli altri ed il valore della collaborazione.

La mia seconda esperienza lavorativa si è sviluppata nell’ambito della certificazione di Qualità (ISO 9000) grazie alla quale ho imparato che il settore dei servizi per le imprese poteva essere una strada molto promettente per quanto riguarda la mia carriera.

Infine nel 2001 sono arrivato a SAP, appena passato il millenium bug e con l’imminente passaggio all’euro, due eventi che hanno davvero rinnovato molto il settore informatico, posizionando SAP in tutte le sue piattaforme nel gotha dei sistemi informativi, onda lunga che ancora oggi è ben lungi dal fermarsi.

Il mio primo lavoro è stato quello di Trainer in SAP, nella vecchia sede del training center di Agrate Brianza (che ora è a Vimercate).

Era richiesta una figura esperta in Produzione, quindi di processi, il primo anno ho seguito tutti i corsi del percorso formativo relativo al modulo PP.

Poi nel 2003 ho iniziato a lavorare su progetti e da li in poi è stato sempre più complicato trovare del tempo libero.

Il primo approccio è stato nel 2008, all’epoca del live dei 4 plant italiani della Ferrero, cliente col quale ancora collaboriamo in modo rilevante in progetti e rollout in una ventina di paesi.

Al momento lavoro come consulente e team leader in ambito produzione (Master Data, Material Requirement Planning, Shop Floor Control, Capacity Requirement Planning)

In genere (come credo in tutti i moduli) si raccolgono i requisiti del cliente e si fa una analisi per capire se si possono soddisfare con lo standard o con degli enhancement o con degli sviluppi custom. Poi si quota l’attività, ed una volta d’accordo sul da farsi si pianificano le attività e si portano in Test e poi successivamente in Live.

Ci sono molti modi di gestire tutto il flusso, ma l’ossatura nel tempo è rimasta la stessa.

<< Abbiamo chiesto a Simone, ”Dove vedi Adhoclogica tra 10 anni? >>.

10 anni sono un arco di tempo siderale, specie in informatica, sinceramente spero continui nella sua vocazione di far crescere giovani talenti in questa professione che offre ancora tantissimi sbocchi lavorativi e grandi soddisfazioni.

Per quanto mi riguarda invece, spero continui a piacermi lavorare in progetti in ambito nazionale ed internazionale, siccome grazie a questo mestiere ho imparato quanto possa essere bello viaggiare anche solo per lavoro, visto che la mia carriera mi ha portato in luoghi che da turista difficilmente avrei mai visitato.

 

Ringraziando Simone Brocca per la disponibilità e la gentilezza dimostrataci, continua il progetto Social Media a braccetto con il processo di sviluppo della nostra azienda, quindi vi invitiamo a rimanere aggiornati perchè le novità saranno tante!

A cura di Ivan Adriano.

Social Media Manager.

Adhoclogica Consulting.